“Un’esperienza positiva, che ci proietta verso nuove frontiere di business grazie ai nostri sistemi che si confermano tra i più apprezzati dagli operatori internazionali dell’iGaming”.

Entusiasmo e operatività: sono le due parole d’ordine con le quali l’amministratore di Pixelo, Lucio Pellecchia, ha fatto rientro da Londra.

La capitale inglese ha ospitato, dal 4 al 6 febbraio 2020, ICE, il più importante salone europeo dedicato al settore del gioco.

 Una vetrina eccezionale, un momento di incontro dei principali protagonisti attualmente in campo sulla scena internazionale della tecnologia applicata ai giochi.

 “Una Fiera che ci ha reso fieri del nostro lavoro” è il refrain dell’amministratore di Pixelo.

In effetti, i riscontri ottenuti, ma soprattutto i consensi concretizzatisi in contatti con i principali operatori e fornitori di gioco che operano non solo in Europa, ma anche in Africa e Sud America, hanno di fatto promosso l’azienda italiana e i suoi sistemi.

Tre i punti di forza con cui Pixelo si conferma tra le aziende leader nella creazione di piattaforme da gioco per gli operatori del gambling:

  • la semplicità dell’applicativo di risk management relativo all’offerta “betting”;
  • la completezza della piattaforma che consente di implementare ed utilizzare tutti i principali giochi realizzati da fornitori internazionali;
  • l’efficienza degli strumenti di back-office per la gestione di tutte le funzionalità amministrative, contabili e commerciali.

E’ stata una esperienza assolutamente di prestigio – evidenzia Pellecchia – che da un lato ci conferma tra i migliori service provider di gioco, dall’altro pone i nostri sistemi tra i più all’avanguardia, ma anche intuitivi, attualmente sulla scena”.

Pixelo farà il bis il prossimo mese di aprile al GAT Expo di Cartagena de Indias, in Colombia.

Obiettivo: stregare anche il mondo del gambling sudamericano.

“Le Fiere internazionali – è il parere di Cristina Ferrario, CCO di Pixelo – rappresentano la migliore vetrina per presentare la nostra piattaforma agli operatori di gioco, sia di quei paesi in cui il sistema è consolidato sia in quelli in cui ci si appresta a varare una regolamentazione del settore. Siamo convinti che i nostri applicativi siano tra i più performanti del mercato”.

This post is also available in: English